Accedi
Registrazione
Buon Giorno, oggi è | lunedì 22 settembre 2014
  Cerca
LabelRss Forum Blog
Vivere la Città
I soggetti
Le aree tematiche
Sito archeologico preistorico «Grotta delle Mura» Sito archeologico preistorico «Grotta delle Mura»
  
Grotta delle mura
Grotta delle Mura, presso lido Porto Rosso, Monopoli

La Puglia risulta una delle poche regioni d'Italia dove sono documentate tutte le tappe culturali dell'evoluzione umana, il numero dei giacimenti è maggiore sul Gargano e nel Salento, fa eccezione il sito preistorico individuato presso la città di Monopoli, nella Puglia centrale, particolarmente importante per la complessa serie stratigrafica che testimonia la presenza in luogo di culture che vanno dal Paleolitico Medio all'età del Bronzo. Il primo ad intuire l’importanza del sito fu il famoso scopritore delle Grotte di Castellana, Franco Anelli, nel 1952, rinvenne un ciottolo graffito che porta incisa la testa di un bue dalle corna sinuose rivolte in avanti (cm 13,4).



Ciottolo graffito
Ciottolo graffito

In seguito, la grotta conobbe un periodo di abbandono fino al 1960, quando il Prof. Cornaggia Castiglione della Soprintendenza ai Monumenti della Lombardia vi condusse alcune campagne, volendo chiarire la successione culturale con maggiore accuratezza.
Di nuovo le ricerche furono sospese per un lungo periodo, finché nel 1985 il Dipartimento di Archeologia e Storia delle arti dell’Università di Siena riprese gli scavi sotto la direzione del Prof. Mauro Calattini, con lo scopo di ripercorrere con metodi più moderni la sequenza culturale.
Le ricerche archeologiche svolte negli ultimi 20 anni hanno portato alla luce numerosi reperti: strumenti di selce, resti di pasto appartenenti agli animali selvatici cacciati dall'uomo: cavalli, asini, bue selvatico.
Estremamente interessante è la sepoltura di un bambino di circa due anni, rinvenuto nel 1998, perché testimonia un accurato rito cultuale e per la sua perfetta conservazione. L'analisi radiometrica eseguita sui carboni prelevati dal sedimento in cui è stata ricavata la sepoltura ha permesso una datazione a 11400 anni fa. I resti dello scheletro sono stati studiati dal Prof. Francesco Mallegni e depositati presso il Dipartimento di Scienze Archeologiche, Sezione di Paleontologia Umana, Pisa.



Scheletro grotta delle mura
Sepoltura 11.400 anni fa

Attualmente la grotta è chiusa al pubblico per conservare la fragilità del sito, ma è possibile ammirarla passeggiando lungo la costa nei pressi di Lido Proto Rosso, inoltre il visitatore potrà avvalersi dei pannelli didattici illustrati presenti lungo la pista ciclo-pedonale.



M. Calattini, Scoperta di una sepoltura paleolitica a Grotta delle Mura in Rassegna di archeologia preistorica e protostorica, Firenze 2002
P. Graziosi, L’arte preistorica in Italia, Firenze 1973
E. Ingravall, “Lontano nel tempo” La preistoria nel Salento, Lecce 1999.




Scheda archeologica realizzata dalla Dott.ssa Martina Lapertosa
Stage presso U.R.P. del Comune di Monopoli, febbraio 2012

Menu

Contatti

...
 
Copyright © 2009-2010  -  Credits Responsabile del procedimento di pubblicazione dott. Pietro D'Amico - e.mail: pietro.damico@comune.monopoli.ba.it
Mappa del Sito - Note Legali - Accessibilità e Usabilità - Storia del Sito