Accedi
Registrazione
Buon Giorno, oggi è | venerdì 22 novembre 2019
  Cerca
LabelRss Forum Blog
Beni culturali

Arte e cultura - Parrocchia SANTA MARIA DEL CARMINE Arte e cultura - Parrocchia SANTA MARIA DEL CARMINE


facciata carmine                             statua di San Pio
         

logo bandiera italiana Della chiesa del Carmine abbiamo pochissime notizie: tra il 1631il 1639 i frati stipularono un contratto con i fratelli muratori Francesco Paolo e Pietro Paolo Accini per la costruzione della cappella di Santa Maria del Carmine. 1

La chiesa comunemente conosciuta come il Carmine, porta in realtà il nome di S. Giovanni Battista e S. Anna ed è attaccata all’ospedale civile S. Giacomo, ex convento dei Carmelitani scalzi. Da una lapide, collocata in una delle due cappelle laterali, un po’ dallo stile e dall’architettura degli altari, si presume che la chiesa sia stata costruita tra la fine del 1500 e l’inizio del 1600.

La struttura è rettangolare e conserva sette altari, tutti costruiti in pietra bianca ostunese. Dietro l’altare maggiore, è esposto un ornato ligneo scolpito, dorato, in stile tardo rinascimentale. Di particolare importanza sono solo 4  quadri di autori ignoti, le due pile per l’acquasanta e il battistero in pietra scolpita sono entrambi quattrocenteschi. 2

Allineate sugli altari della parete sinistra tre tele prezose. Sono, nell’ordine, S. Sebastiano, l’Annunciazione, S. Giovanni Battista. Quest’ultimo, come il S. Sebastiano, sorprende per l’essenzialità della forma che la luce fa emergere dall’ombra tenebrosa, come nelle migliori manifestazioni del cavaraggismo napoletano in Puglia.
La facciata ha assunto una linea agile, flessuosa dopo l’apertura del finestrone centrale, avvenuta successivamente, come sembra indicare la data, Marzo 1770, segnata sulla facciata stessa. 3


logo bandiera uk  We have small pieces of information about Chiesa del Carmine. Between 1631-1639, the friars signed a contract with the brothers bricklayers Francesco e Pietro Paolo Accini for the building of Santa Maria del Carmine Chapel.
The church, best- known as the Church of Carmine, was indeed given the name of St. Giovanni Battista and St. Anna. It is close to S. Giacomo Civil Hospital, a former monastery of the Carmelitani Scalzi Confraternity. The church is thought to be built between the end of 1500 and the early 1600, according to the headstone placed in one of the two side chapels and the architectural style of the altars.
The rectangular building with its seven altars, is made of white tufa (a calcareous limestone) from Ostuni.
Behind the main altar there is a late- Renaissance gold-plated wooden carved painting. Two plinths of the stoups, the carved- stone Baptistery dated back to the XVth century and four paintings by unknown artists have an artistic relevance. On the left-side altars there are three important paintings; St. Sebastiano, Annunciazione, St. Giovanni Battista. The last one, as S. Sebastiano painting, because of the “chiaroscuro technique”( the light that underlines the shape that comes out of the dark shadows) are the expression of the school of Neapolitan Caravaggisti in Apulia region. Lately, according to the date indicated on the church façade, the opening of a central window made the exterior of the church graceful.



1. Michele Pirrelli, Tra Conventi e Monasteri, Le case religiose a Monopoli, Gelsorosso.
2. Francesco Pepe, Monopoli città unica, guida turistica e culturale, Zaccaria edizioni
3. Giacomo Campanelli, Monopoli guida turistica, Schena editore

Progetto Bibliopolis Servizio Civile 2011

Contatti
Largo Simone Veneziani, 25
70043 Monopoli (BA)
Tel. e Fax 080.742858
smcarmine.monopoli@libero.it

Parroco: Sac. ORONZO NEGLETTO



Visualizzazione ingrandita della mappa
Menu

Link correlati

 
Posta Elettronica Certificata:
comune@pec.comune.monopoli.ba.it
Copyright © 2009-2010  - 
Mappa del Sito - Note Legali - Accessibilità e Usabilità - Storia del Sito