Accedi
Registrazione
Buon Giorno, oggi è | venerdì 15 novembre 2019
  Cerca
LabelRss Forum Blog
Beni culturali

Arte e cultura - Chiesa SANTA MARIA AMALFITANA Arte e cultura - Chiesa SANTA MARIA AMALFITANA


Santa Maria Amalfitanalogo bandiera italiana  Gli storici locali, sulla scorta di notizie fornite dalla Cronaca di Bante Brigantino, ricordano un voto soddisfatto da marinai di Amalfi: narrano cioè che nel 1059 una barca di Amalfi stava per naufragare; i marinai si rivolsero alla Vergine, perché li salvasse dal pericolo. Scampati dal naufragio, vollero dedicare alla Madonna quella cripta su cui fu edificata la Chiesa di S. Maria degli Amalfitani.

La chiesa superiore fu costruita dagli Amalfitani nella prima metà del XII secolo, cioè nel periodo della fioritura ed espansione della potenza economica di Amalfi che possedeva conventi e fondazioni religiose non solo a Monopoli.

La chiesa, tutta in muratura, è divisa in tre navate, la centrale più larga delle laterali che terminano in tre absidi semicircolari; le due absidiole laterali furono sconquassate da fabbricati addossati e furono rielaborate negli interventi del 1932. L’esterno dell’abside centrale, salvo qualche deterioramento, mostra originalmente l’impronta architettonica e decorativa del XII secolo.

Con i lavori iniziati nel 1932 vennero tolte alla chiesa tutte le strutture barocche riportandola,così, al suo aspetto antico. La struttura originaria della chiesa era di tipo basilicale di derivazione paleocristiana.

La chiesa ha tre navate. Dalla navata destra si scende nella grotta basiliana, forse la stessa che fu il santuario primitivo degli Amalfitani, ridotto poi a sepolcreto e fossa comune in tempi di pestilenze e di mortalità diffusa. Dalla navata sinistra , in fondo si esce nel cortile delle absidi .

Una serie di archi slanciati lega le colonne una all'altra.Tutti i capitelli rispecchiano la forma tradizionale propria del romanico. Dell’altare non rimane più nulla, perché fu demolito nel 1500.L’Altare che oggi si vede  è recente del celebre mastro marmoraro Nicolò Lamberti.

Attualmente, oltre alle attività d culto, nella chiesa sono spesso allestite mostre di pittura o fotografia, e concerti di musica classica.

logo bandiera uk  According to many local historians and Bante Brigantino Chronicle, in 1059, a group of sailors from Amalfi, survived from a shipwreck, made a vow to build a crypt dedicated to Virgin Mary, above which the current Church of St. Maria degli Amalfitani was dedicated to. The upper church was built by people from Amalfi, in the first half of XIIth century, during a period of economic growth and expansion of Amalfi whose people had many estates, such as many monasteries not only in Monopoli town.
The church made up of tufa, is divided into three naves that end in three semicircular apses; the main is the widest one. The two small apses on the sides were destroyed by the building of the closest houses in 1932. The main apse on the outside shows architectural and decorative details peculiar of XII century. With many renovation works in 1932, the church lost its Baroque details and brought the church back to its original aspect. Originally, the church was built in Paleocristian style. From the right nave, we can reach the basilian crypt that it maybe the original church wanted by Amalfi sailors, that became a necropolis during the period of pestilence.  From the left nave, we can reach the atryum of the apses. A series of arches that link coloumns together. Each capital is in romanesque style. The original altar was destroyed in 1500.The current one was built by the best- known “maestro of the marble” Nicolò Lamberti. Nowadays, the church is a place for religious ceremonies, for painting expositions and the seat of classic music concerts.


Fonte: Graziano Bellifemine, La Basilica Santa Maria degli Amalfitani in Monopoli, Schena editore.
             Giacomo Campanelli, Monopoli guida turistica, Schena editore.

Progetto Bibliopolis Servizio Civile 2011

                   

Il link porta alla pagina dedicata alla cripta S. Maria Amalfitana La Cripta

Contatti
Largo Amalfitana
70043 Monopoli (BA)
Tel. e Fax 080 9303059
e-mail s.amalfitana@libero.it

La Chiesa viene aperta saltuariamente in occasione di cerimonie o particolari ricorrenze.
Le attività parrocchiali si svolgono nella vicina chiesa di Il link porta alla pagina della chiesa S. Francesco d'Assisi San Francesco d'Assisi


Parroco: Sac. GIUSEPPE CITO
Vicari parrocchiali: Sac. Stefano Mazzarisi e sac. Carlo Semeraro

Le tre Parrocchie di Maria SS. della Madia, dei Santi Apostoli Pietro e Paolo e di S. Maria Amalfitana, site nel Contro storico di Monopoli, pur conservando il loro stato giuridico, sono state costituite formalmente in “Unità Pastorale”.


Visualizzazione ingrandita della mappa
Menu

Altro su S.M.Amalfitana

Link correlati

 
Posta Elettronica Certificata:
comune@pec.comune.monopoli.ba.it
Copyright © 2009-2010  - 
Mappa del Sito - Note Legali - Accessibilità e Usabilità - Storia del Sito