Accedi
Registrazione
Buon Giorno, oggi è | mercoledì 23 ottobre 2019
  Cerca
LabelRss Forum Blog
Servizi Scolastici

Asilo Nido Santa Margherita - Come funziona Asilo Nido Santa Margherita - Come funziona
Ultimo aggiornamento: 18 marzo 2016

Come funziona l’Asilo Nido comunale

Inserimento
Un buon inserimento è indispensabile perché i bambini e i loro familiari possano vivere serenamente l’esperienza del nido. I bambini piccoli nell’affrontare una situazione nuova hanno bisogno della presenza rassicurante di una persona familiare: la disponibilità dei genitori consente di accompagnarli gradualmente nella prima esperienza di comunità e di stabilire un rapporto di fiducia con le educatrici che si occupano di loro.
L’inserimento viene definito graduale perché la presenza al nido dei genitori diminuisce gradualmente nel corso dell’ambientamento e anche il tempo di permanenza del bambino aumenta gradualmente, adeguandosi alle possibilità della coppia mamma-bambino. Il tempo utile per l’inserimento è mediamente di due settimane. Il distacco dai genitori viene facilitato dalla conoscenza graduale del nuovo ambiente, dalla relazione di fiducia che si stabilisce tra l’educatrice (figura di riferimento) e la figura adulta che accompagna il bambino nell’esperienza dell’inserimento al nido.
L’inserimento avviene in piccoli gruppi. L’esperienza in piccolo gruppo favorisce i genitori nella condivisione delle emozioni legate alla separazione dai loro bambini e facilita la creazione di relazioni positive fra gli adulti: tutto questo rende più agevole lo scambio e il confronto tra le esperienze dei genitori coinvolti. Inoltre l’essere in piccolo gruppo permette ai bambini fin da subito di costruire relazioni sociali che caratterizzano tutta l’esperienza educativa del nido.

Continuità educativa e figura di riferimento
Parlare di continuità educativa all’interno del nido significa favorire il più possibile la coerenza, la stabilità, la prevedibilita' delle esperienze offerte al bambino. La continuità rassicura il bambino, che può così riconoscere nel tempo le varie situazioni di cui la sua esperienza si compone (per es. ritrovare la sua educatrice di riferimento, l’ausiliaria della sezione, la disposizione degli arredi nello spazio, i piccoli “riti” quotidiani) acquisendo sicurezza e imparando a orientarsi nella sua giornata al nido.
L’idea della continuità al nido si traduce concretamente in una serie di attenzioni sia organizzative che educative, quali:
  • rendere prevedibile la giornata quotidiana del bambino

  • orientare il bambino in tutti i momenti di passaggio

  • favorire ogni opportunità di scambio nel gruppo di lavoro delle educatrici e nelle singole sezioni per pensare e realizzare un progetto educativo coerente nel tempo

  • curare le comunicazioni relative ai passaggi tra il nido e la famiglia perché il bambino possa “riconoscersi” nelle idee e nelle informazioni che gli adulti hanno su di lui

  • rendere stabile l’organizzazione del personale del nido nel tempo, in modo da non cambiare facilmente le figure presenti, per esempio l’educatrice di riferimento accompagna il bambino per l’intero ciclo di frequenza al nido: questo permette agli adulti e ai bambini del nido di conoscersi e riconoscersi nel tempo, nelle proprie esigenze, nei propri gusti, con i ricordi condivisi.

     

Questa organizzazione prevede che l’educatrice sia un riferimento per i bambini che formano il suo gruppo di inserimento: è lei ad accogliere i bambini, si fa carico dei loro bisogni e richieste, ascoltando le esigenze del bambino e della famiglia, rispettandone i tempi e ritmi di adattamento. Inoltre l’educatrice di riferimento si pone come tramite per il bambino facilitando la conoscenza del nuovo ambiente, delle altre figure adulte e degli altri bambini presenti al nido.
Concretamente, a inserimento avvenuto, l’educatrice di riferimento è l’interlocutrice privilegiata dei genitori ed è la persona che cura i momenti significativi (le cure corporee, il pasto, il sonno) della giornata al nido per il suo gruppo di riferimento.

Calendario e orario di funzionamento
Il nido comunale è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 14.30, il sabato dalle ore 7.30 alle ore 13.00, con ingresso consentito tassativamente fino alle ore 9.30. Solo in via eccezionale e per casi specifici documentati è possibile, avvertendo, portare il bambino oltre le ore 9.30 e comunque entro e non oltre le ore 11.00. L’entrata in ritardo preventivamente segnalata comporta la prenotazione del pasto (che di norma avviene entro le ore 9.30).
E’ prevista l’attivazione del servizio di prolungamento dell’orario fino alle ore 16.30 dal lunedì al venerdì, con un costo aggiuntivo per la famiglia sulla retta di frequenza del 15% (l’orario del sabato rimane invariato) e l’estensione della frequenza nel mese di luglio (nido estivo) dal lunedì al sabato dalle ore 7.30 alle ore 13.00.
L’asilo nido funziona rispettando il calendario scolastico con inizio il 1° settembre e chiusura il 30 giugno. Le attività sono sospese nel periodo natalizio e pasquale, le domeniche e le festività civili e religiose e non meno di quattro settimane nel periodo estivo, di norma nel mese di agosto, nel rispetto delle disposizioni legislative e del CCNL.

Informazioni
Per informazioni i genitori possono rivolgersi direttamente alla Coordinatrice dell’Asilo Nido presso la sede del nido in via A. Pesce n. 1.



 
Info

Modulo di iscrizione:
File pdf    File doc

Regolamento
(Adottato con delibera di C.C. n. 4 del 29/01/2016)
file pdf      file word

Approfondimenti
Carta dei Servizi
Progetto Educativo
Norme Igienico-Sanitarie

Normativa di riferimento
- L. Reg. n. 19 del 10/7/2006
- Reg. Reg. n. 4 del 18/1/2007
- Reg. Reg. n. 19 del 7/8/2008
- Reg. Reg. n. 11 del 7/4/2015


Link correlati

Contatti

 
Posta Elettronica Certificata:
comune@pec.comune.monopoli.ba.it
Copyright © 2009-2010  - 
Mappa del Sito - Note Legali - Accessibilità e Usabilità - Storia del Sito