Accedi
Registrazione
Buon Giorno, oggi è | lunedì 17 febbraio 2020
  Cerca
LabelRss Forum Blog
il Municipio

Amministrazione trasparente

Vivere la Città
I soggetti
Le aree tematiche
Tutte le News pubblicate Tutte le News pubblicate

Tutte le News | Categorie | Search | Syndication

«Sociale si può, sociale si deve fare»   «Sociale si può, sociale si deve fare»
Pubblicato da: sante.scarafino

COMUNICATO STAMPA N.665
30 giugno 2010
 
«Sociale si può, sociale si deve fare»
Mensa sociale, inclusione al lavoro, emergenze abitative e accesso al micro-credito

Mensa Sociale Comunale, progetto di inclusione al lavoro, contributo per le emergenze abitative e garanzie per l’accesso al micro- credito. Sono le quattro iniziative dell’Assessorato ai Servizi Sociali presentate stasera dal Sindaco Emilio Romani, dall’Assessore ai Servizi Sociali Giuseppe Campanelli e dal Dirigente A.O. V dott. Lorenzo Calabrese nel corso di un incontro con le Associazioni e i cittadini che hanno contribuito alla raccolta dei fondi per la realizzazione del progetto della mensa sociale comunale.
 


 

Lo scopo prioritario  è quello di mettere la persona al centro della sua azione, garantendo la qualità della vita e la pari opportunità per il soggetti più deboli, passando gradualmente da un sistema assistenzialistico ad una serie di interventi mirati, tesi ad aiutare il soggetto che si trova ad affrontare una specifica difficoltà. In particolare, ne sono state individuate quattro: la difficoltà per alcune categorie anche a reperire un pasto caldo, la sopraggiunta disoccupazione per quarantenni e cinquantenni che perdono il lavoro, la difficoltà a sostenere un nuovo contratto di locazione per chi subisce uno sfratto e la difficoltà di accedere ai piccoli crediti. E per fronteggiare tali emergenze si sono intraprese le iniziative necessarie, dando risposte concrete, immediate e mirate, che permettessero anche alla persona in difficoltà di mostrare la sua volontà e collaborazione ad affrontare il problema. Si è, quindi, provveduto, prima, a istituire gli specifici e nuovi capitoli di spesa nel bilancio di previsione e, poi, a varare le iniziative.

MENSA SOCIALE COMUNALE -  Da un anno l’Amministrazione Comunale insieme all’Unitalsi ha avviato il progetto della mensa sociale comunale con lo scopo di fornire un pasto quotidiano ai più bisognosi. È stato individuato un immobile sito in viale delle Rimembranze i cui lavori di recupero sono stati consegnati il 14 giugno all’impresa Eurocarpen.
Ad un iniziale finanziamento di 100 mila euro messo a disposizione dal Comune di Monopoli si è aggiunta una serie di donazioni (€ 21.491,00) giunte grazie ad alcune iniziative benefiche tenute da associazioni del territorio e in particolare: € 10.128,00 dall’Associazione Bici & Cuore raccolte nel corso del viaggio Svizzera – Italia compiuto in occasione dell’inaugurazione di Monopoli Platz a Lyss; € 1.000,00 donati dallo Yachting Club come ricavato del 1° Trofeo “Uno schioppo col cuore”; € 1.000,00 dall’Ac Monopoli; € 490,00  dal mensile “ll Borgo” quale ricavato delle vendite (al netto dei costi) del numero del mese di ottobre 2009; e € 415,00 dall’Associazione “Artisticamente – Mecenati per passione” quale ricavato della vendita delle fotografie concorrenti alla mostra-concorso "In un mare di colori... Il mare attraverso gli occhi degli artisti" e dei libri "Patchwork - Frammenti di un'immagine" (Ed. Palomar) e "Il mio viaggio" (Ed. Libroitaliano) di Chiara Sorino. Somme a cui si aggiungono € 475,00 raccolti con un salvadanaio nel Comune di Monopoli
Non sono mancati piccoli versamenti di semplici cittadini (Pellicano Lucia, Todisco Maria,  Pagliarulo Pina, Castellani Claudio e Scarafino Sante), di assessori e consiglieri comunali (Alberto Pasqualone, Giuseppe Albanese, Francesco Tamborrino, Alfredo Specchia, Giuseppe Spinosa e Rosanna Perricci) e versamenti diretti dell’Unitalsi di € 7617,00.
È ancora possibile contribuire attraverso un versamento sul conto corrente numero 95395653 intestato a “Comune di Monopoli – Servizio Mensa Sociale – Via Einaudi 16 – 70043 Monopoli (Bari).

PROGETTO DI INCLUSIONE AL LAVORO - L’amministrazione ha provveduto alla pubblicazione di bando pubblico che ha prodotto circa 250 domande e la redazione di una apposita graduatoria, in base ai requisiti principali (modello ISEE e anzianità di disoccupazione). In un secondo momento, in base alle esigenze di ogni ripartizione, sono state individuate le tipologie di prestazione necessarie e attribuiti i compiti ai primi lavoratori in graduatoria.
Il rapporto che regolerà le prestazioni è quello previsto come “prestazioni occasionali di tipo accessorio“, retribuito con VAUCHER emessi dall’INPS pari a € 10,00 lorde a ora, per un massimo di 300 ore all’anno. Tal tipo di rapporto di lavoro, prima previsto solo nel settore privato, è stato esteso agli enti pubblici solo nel 2009, e quindi Monopoli è tra i primissimi Comuni in Italia ad attuarlo.
Questo tipo di iniziativa è rivolta a lavori accessori dove non basta l’impiego di dipendenti comunali e comunque socialmente utili.  Il compenso può essere considerato  solo un’alternativa utile e dignitosa al classico sussidio economico per indigenti.

CONTRIBUTO PER EMERGENZE ABITATIVE - Per questa iniziativa è stato portato in Consiglio un nuovo Regolamento Comunale che dopo essere stato ampliamente discusso nella 3° commissione, è stato approvato all’unanimità.
La finalità del contributo è quella di sostenere quelle famiglie a reddito basso che si trovano ad affrontare uno sfratto  esecutivo e si trovano a dover locare un’abitazione con canone che l’attuale mercato impone a prezzi sproporzionati.  Nel marzo scorso è stato pubblicato un avviso pubblico con la presentazione di circa 40 domande. 
In questi giorni sono in corso di liquidazione i primi contributi a 14 richiedenti, che ne hanno avuto diritto. Il contributo, pari al  40% del nuovo canone di locazione, viene assegnato  per un anno. Trascorso tale periodo si ha  comunque diritto al contributo canone di locazione regionale. 
Questa iniziativa ha anche il compito di traghettare l’avente diritto  all’ottenimento del contributo regionale, poiché per usufruire di quest’ultimo passa almeno un anno dal nuovo contratto di locazione sottoscritto. Inoltre, tenuto conto che i provvedimenti di sfratto esecutivo sono molti, l’avviso pubblico verrà  pubblicato ogni sei mesi.

GARANZIA PER L’ACCESSO AL MICROCREDITO - Dopo la predisposizione e l’approvazione  in Consiglio Comunale di uno schema di convenzione con un istituto bancario, si è provveduto a pubblicare un avviso pubblico riservato alle banche presenti sul territorio comunale.
Si è quindi giunti ad  individuare la Banca di Credito Cooperativo di Monopoli, con  la quale  prossimamente sarà firmata la convenzione con il relativo disciplinare per la gestione di uno speciale fondo di garanzia per favorire l’accesso al microcredito in favore di soggetti in temporanee difficoltà economiche, che altrimenti non avrebbero i requisiti necessari per accedere ad un qualsiasi credito bancario.
L’importo massimo di credito garantito è pari a € 2.000,00 per ogni soggetto.  La restituzione della somma è prevista con rate di piccolissimi importi ed alle migliori condizioni bancarie esistenti.  L’iniziativa ha un forte impatto sociale, se si pensa anche ad una funzione  anti-usura.


Il Comune informa
Finestra sulla città

Eventi
gennaiofebbraio 2020marzo
lmmgvsd
12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829
 
       

Segnala un Evento
 
Posta Elettronica Certificata:
comune@pec.comune.monopoli.ba.it
Copyright © 2009-2010  - 
Mappa del Sito - Note Legali - Accessibilità e Usabilità - Storia del Sito