Accedi
Registrazione
Buon Giorno, oggi è | mercoledì 12 agosto 2020
  Cerca
LabelRss Forum Blog
il Municipio

Amministrazione trasparente

Vivere la Città
I soggetti
Le aree tematiche
Tutte le News pubblicate Tutte le News pubblicate

Tutte le News | Categorie | Search | Syndication

Intervento del Presidente Commissione Sanità   Intervento del Presidente Commissione Sanità
Pubblicato da: sante.scarafino

COMUNICATO STAMPA N.1375
6 settembre 2012


Intervento del Presidente Commissione Sanità
Mimmo Recchiuto sul futuro dell’ospedale San Giacomo

Il Presidente della Speciale Commissione Sanità del Comune di Monopoli Mimmo Recchiuto interviene in merito al destino dell’ospedale “San Giacomo” di Monopoli in seguito alla decisione della Giunta Regionale pugliese di realizzare il nuovo ospedale al confine tra i territori dei Comuni di Monopoli e Fasano.
 
«In questo particolare momento, a causa delle scelte scellerate prese dalla Regione Puglia, non è solo segnato il destino del “San Giacomo” di Monopoli ma di tutta la sanità pugliese», afferma Recchiuto. Che prosegue: «Il Presidente Vendola, l’Assessore Attolini e il Direttore Generale della Asl Ba Colasanto dovrebbero spiegare non solo ai medici e al personale sanitario ma anche ai cittadini i motivi che hanno portato a prendere decisioni che hanno penalizzato le zone periferiche della provincia, accentrando tutto attorno alla città di Bari. E tutto ciò nonostante la disponibilità del sindaco del capoluogo, Michele Emiliano, a rinunciare ad un’unità di Emodinamica a favore della Città di Monopoli in considerazione dell’enorme afflusso di turisti che affolla il litorale del sud-est barese e del nord brindisino».
 
«L’Amministrazione Comunale con in testa il Sindaco, la Commissione Speciale Sanità del Comune di Monopoli con i suoi rappresentati di ogni parte politica e le Associazioni da anni impegnate sul territorio a difesa delle strutture sanitarie cittadine», rivela Recchiuto, «hanno partecipato alle audizioni programmate presso la Regione Puglia durante la stesura del Piano Sanitario Regionale durante le quali sono state portate all’attenzione degli organi regionali competenti le ragioni del nostro territorio. E, in particolare, abbiamo sottolineato l’importanza dell’ospedale “San Giacomo” che proprio a causa della chiusura dei plessi ospedalieri delle città limitrofe diventa sempre più ospedale di riferimento di un vasto territorio. A dimostrazione di quanto detto ci sono i numeri fatti registrare dal nostro Pronto Soccorso che in un anno ha effettuato oltre 40 mila interventi».
 
«Pare discutibile la scelta fatta dalla Direzione Generale della Asl Ba di conservare il primario di Pronto Soccorso all’ospedale di Altamura e di sopprimere quello di Monopoli, quando in realtà, proprio quei numeri anzidetti e per il ruolo centrale che il nostro ospedale svolge soprattutto d’estate, la figura del primario di Pronto Soccorso deve ritenersi assolutamente indispensabile. Senza di esso verrebbe a crearsi un vuoto con conseguente disagi per l’utenza che verrebbe privata di un’importante guida nell’assegnazione dei codici di gravità», sottolinea Recchiuto.
 
«Va precisato che l’ospedale di Monopoli perde la Direzione Amministrativa in seguito all’applicazione del regolamento regionale n.20 del 20 agosto scorso che ha posto come limite minimo 600 posti letto per l’espletamento delle proprie funzioni. Decisione che porterà il “San Giacomo” ad essere aggregato ad altri ospedali affinché si raggiunga tale livello. In ogni caso Monopoli dovrebbe essere aggregato all’ospedale “Di Venere” o al “San Paolo” di Bari», continua il Presidente della Speciale Commissione Sanità del Comune di Monopoli.
 
Recchiuto prosegue tranquillizzando circa i lavori in corso: «Quelli di adeguamento delle sale operatorie sono a buon punto e i locali saranno consegnati entro la fine del mese di ottobre. Mentre i lavori di ammodernamento programmati sono ripartiti ad inizio settimana con la sostituzione di un ascensore e l’avvio del completamento dell’ala A del terzo piano di Ortopedia, Ostetricia e Ginecologia».
 
«Per quanto riguarda le penalizzazioni subite dai reparti di Otorino, Neurologia, Urologia, Pediatria, Pronto Soccorso, Laboratorio Analisi e Centro Trasfusionale trasformati da strutture complesse a semplici con conseguente soppressione del Primario continueremo la nostra battaglia affinché questa decisione regionale possa essere rivista non appena completato il Piano di Rientro. Per questo, in attesa di un auspicabile ravvedimento della Regione Puglia, mi auguro almeno che la Direzione Generale della Asl Ba faccia gestire le future unità semplici agli attuali Primari che nel frattempo saranno trasferiti in altre strutture della medesima Asl. Pertanto, la Commissione resterà vigile e già la prossima settimana tornerà a riunirsi per fare il punto sulla situazione del “San Giacomo” e sul suo futuro», conclude Recchiuto.

Il Comune informa
Finestra sulla città

Eventi
luglioagosto 2020settembre
lmmgvsd
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
 
       

Segnala un Evento
 
Posta Elettronica Certificata:
comune@pec.comune.monopoli.ba.it
Copyright © 2009-2010  - 
Mappa del Sito - Note Legali - Accessibilità e Usabilità - Storia del Sito